Ctsv protagonista nei laboratori di ricerca di tutto il mondo

da | 16 Nov 2022 | Salute-Benessere

La CTSV è l’unica azienda italiana che progetta, produce e commercializza sistemi innovativi destinati alla preparazione di campioni per molte applicazioni biologiche e scientifiche, come la citometria a flusso, la ricerca veterinaria, la sicurezza alimentare e la chirurgia rigenerativa.

L’impresa è attualmente guidata da Armando Roggero, figlio di Gianmarco, l’inventore dei primi prodotti lanciati a inizio anni 90, che ha reso l’azienda ancora più competitiva. Oggi i suoi prodotti sono distribuiti in oltre 60 Paesi, la maggior parte sono invenzioni aziendali brevettate, mentre gli addetti sono una decina, in quanto molte operazioni sono esternalizzate ad aziende specializzate, tra cui società di ingegneria in Italia ed all’estero.

La prima invenzione viene brevettata nel 1990, il filtro standardizzato Filcons, che viene utilizzato dai citometri FACS della Becton Dickinson (BD), leader mondiale delle tecnologie medicali. E due anni dopo, con la collaborazione di Giuliano Mazzini dell’Università di Pavia, vengono creati e brevettati i dispositivi Medimachine e Medicons, che insieme formano un rivoluzionario disgregatore meccanico monouso per la dissociazione di tessuti animali e vegetali. Nasce così il “sistema Medimachine” – include Medimachine, Medicons e Filcons – che viene distribuito, in esclusiva mondiale, dalla Becton Dickinson.

«Ho sempre ricordato quel momento come un riconoscimento alla creatività italiana, quell’essenza di abilità, ingegno e tenacia che fa grande il Made in Italy – dichiara Armando Roggero – Così la nostra “piccola” invenzione, nata tra Torino e Pavia, è salita sul palcoscenico mondiale».

Nel 1998 l’azienda italiana conquista la prestigiosa certificazione ISO9001 nel 1998, una delle prime italiane ad ottenerla, per poi ripetersi nel 2018 confermando il livello di altissima qualità aziendale. Poi, nel 2001, Armando Roggero fonda la società elvetica ConsulAR, che produce “FASTH system”, ovvero macchinari e materiale monouso, Prypcons, per l’omogeneizzazione destinati alla sicurezza alimentare e ai test veterinari. Sono gli anni della “mucca pazza” e questi dispositivi, tra il 2001 e il 2007, vengono utilizzati per l’estrazione dei prioni, utili per il test BSE, assicurando all’azienda la leadership europea. Al termine dell’emergenza, Roggero rientra in Italia ed unisce le due gamme di prodotti, la “Medimachine System” e la “FASTH system”, dando vita nel 2008 all’attuale CTSV – acronimo di ConsulTSV, dove V sta per Veterinary – con sede legale a Brescia e quella produttiva a Bruino, in provincia di Torino, per motivi logistici e di vicinanza a fornitori consolidati.

L’attività prosegue spedita negli anni successivi fino al 2017 quando la CTSV presenta l’ennesima novità del settore: la Medimachine II, l’evoluzione dell’iconico strumento inventato 25 anni prima, che conquista ricercatori e tecnici per la sua precisione e compattezza. L’anno successivo ancora un’invenzione brevettata: la tecnologia di disaggregazione polimerica con micro-lame. Questo sistema fa parte dei nuovi dispositivi monouso Medicons-P e MediBlue – una nuova generazione di macchine di dissociazione portatili e da banco – lanciati nel 2020 e co-progettati da CTSV insieme alle società di ingegneria TechExpert ed EMC.

Tag: CTSV

Autore: Sandra Regi