Covid dopo l’estate, cosa succederà? Preoccupano le varianti. Stop alle mascherine dal 28 giugno

22 Giu 2021 | Coronavirus

Pubblicità

Covid: ci si aspetta un aumento del numero dei contagi dopo l’estate. Il caldo ci sta aiutando ma dall’autunno la situazione potrebbe peggiorare. Le preoccupazioni sulle varianti.

 

Le misure cautelari adottate dal Ministro della Salute Roberto Speranza nei riguardi dei Paesi maggiormente colpiti dalla variante Delta (India, Gran Bretagna, Bangladesh e Sri Lanka) rivelano una preoccupazione per questa variante in particolare che colpisce l’Italia intera.  

 

In estate non ci saranno particolari preoccupazioni

Secondo il virologo Pregliasco, docente dell’Università Statale di Milano, durante l’estate non dovremo preoccuparci molto sia perché trascorreremo molto tempo all’aria aperta sia grazie ai raggi ultravioletti che neutralizzano il virus.

Pubblicità

Quasi il 60% della popolazione italiana è già protetta; circa il 28% è completamente vaccinata. Importante, gli anziani quest’anno sono più protetti rispetto all’anno scorso.

La variante Delta si sta diffondendo da noi, ma lo sta facendo durante un periodo climatico favorevole, al contrario di quanto sta accadendo in Gran Bretagna, e questo potrebbe giocare a nostro favore.

 

Possibile aumento dei contagi Covid dopo l’estate

Il Coronavirus potrebbe infliggere un colpo di coda, speriamo l’ultimo, con il ritorno dell’autunno. Non va inteso come un aumento di ricoveri e morti, ma come un incremento contenuto delle forme più gravi. Pregliasco si aspetta tale aumento verso la fine dell’estate, ma in realtà questo potrebbe accadere anche prima, dato l’allentamento generale delle restrizioni.

Contagi Covid di oggi, il bollettino segna 4.743 nuovi positivi. Tasso di positività al 2,7%

A rischiare maggiormente in estate non sono solo i giovani, che generalmente si muovono di più, ma anche adulti e anziani non ancora vaccinati. I contagi potranno aumentare anche fra i bambini, non ancora vaccinati.

 

Stop alla mascherina all’aperto? Sì dal 28 giugno

Il Cts e il Ministro Roberto Speranza danno il via libera in zona bianca, da lunedì 28 giugno, allo stop alle mascherine all’aria apertaDovremo comunque portare la mascherina sempre con noi e indossarla in contesti di affluenza e in cui non è possibile mantenere la distanza sociale.

L’uso della mascherina è ancora raccomandato nei soggetti immunodepressi e in quelli fragili in generale.

Resta l’obbligo d’indossare la mascherina nei luoghi chiusi, incluso sui mezzi pubblici. Tuttavia, si tratta sicuramente di un importante passo in avanti che dà speranza al Paese in merito a una possibile ripresa e a un ritorno alla “normalità”.

Pubblicità

Pubblica la tua notizia su MilanoBIZ!