Condivisione

Lo sappiamo, l’emergenza Covid-19 ci costringerà a viaggi “vicino casa” ancora per un po’. Non dobbiamo abbatterci, però, perché la nostra Italia è bellissima e ricca di città da visitare.

Pisa rientra sicuramente fra queste! E, se pensi che da vedere ci sia solo la Torre Pendente, ti sbagli!

 

Cosa vedere a Pisa, per una visita di un giorno o anche di più

Pisa può essere una tappa del tuo itinerario se, per esempio, hai intenzione di trascorrere qualche settimana al mare in Toscana e di dedicare un giorno o due alla scoperta delle città locali oppure può essere la vera e propria meta di un viaggio.

I Lungarni sono un ottimo punto da cui cominciare la tua scoperta della città: il fiume Arno attraversa Pisa e sulle sue sponde ci sono strade arricchite da palazzi fra cui Palazzo Toscanelli e Palazzo dei Medici.

Oltre ai palazzi troverai torri, ponti e chiese d’impronta medievale. Se apprezzi il gotico non perderti la Chiesa di Santa Maria della Spina, sul Lungarno Gambacorti. All’interno potrai ammirare la Madonna della Rosa di Andrea e Nino Pisano.

Un altro luogo da non perdere assolutamente è Piazza dei Cavalieri, per secoli luogo del potere cittadino, ad oggi conosciuta principalmente per la presenza della Scuola Normale di Pisa, ospitata nel Palazzo della Carovana. Accanto troverai il Palazzo dell’Orologio, risalente al Medioevo. Nella piazza, gli altri edifici sono la Canonica, la chiesa di Santo Stefano, la chiesa di San Rocco, il Palazzo del Consiglio dei Dodici.

Volonturismo si o no? Pro e contro di questa tipologia di turismo

Gli appassionati di street art devono per forza ammirare il murales di Keith Haring realizzato nel 1989 quando Haring era di passaggio a Pisa. Esso è dipinto sulla facciata posteriore del convento dei frati Servi di Maria della chiesa di Sant’Antonio, a pochi metri dalla stazione ferroviaria e quindi comodissimo anche per una visita “toccata e fuga”.

“Il borgo”, come lo chiamano i pisani, si trova nel centro della città e il suo nome completo è Borgo Stretto. I portici, le botteghe, i caffè ne fanno una delle zone più caratteristiche. Infine, per chi ha un po’ di tempo in più, da non perdere Piazza delle Vettovaglie (secolare mercato alimentare) e Piazza del Pozzetto.

Lasciate prendere per la gola

In Toscana, lo sappiamo, si mangia benissimo e Pisa non fa eccezione. Tra i piatti tipici pisani troviamo la zuppa di ranocchi, la minestra di fagioli bianchi di San Michele, le bavettine sul pesce, il pesto pisano (diverso da quello genovese per la presenza dei pinoli) e la Torta Co’ Bischeri prodotta un po’ ovunque in città.

A Pisa c’è solo l’imbarazzo della scelta per uno spuntino o un pasto vero e proprio, dai ristoranti a conduzione famigliare alle grandi catene internazionali, dai bar alle gelaterie, tenete a mente che, più siete vicini a Piazza dei Miracoli, più c’è il rischio che i prezzi aumentino.

Vacanze in Salento, le Maldive italiane! Mare e spiagge da lasciare a bocca aperta

 

Se proprio vuoi vedere la torre pendente…

Va da sé che, specialmente se è la tua prima volta a Pisa, la Torre Pendente merita una visita, anche solo dall’esterno, e lo stesso vale per tutta Piazza dei Miracoli.

Oltre alla Torre Pendente, infatti, troverai il Duomo, il Battistero e il Camposanto. Se hai poco tempo a Pisa e, soprattutto, non ci sei mai stato prima, Piazza dei Miracoli diventa una tappa obbligatoria.

È possibile raggiungere Piazza dei Miracoli dalla stazione ferroviaria di Pisa Centrale con una breve passeggiata fra le vie del centro o con l’autobus.