Seleziona una pagina

La Commissione ha predisposto aiuti di Stato per 1,5 miliardi di euro a favore delle regioni con Pil depresso e per un massimo di 800.000 euro per beneficiario

 

L’Europa eroga 1,5 miliardi di euro a favore delle imprese del Sud Italia.

Il motivo? La maggior sofferenza che le aziende meridionali avrebbero subito a causa dell’impatto del Coronavirus.

Secondo Margrethe Vestager, vicepresidente esecutiva responsabile della politica di concorrenza, “il Sud Italia è stato duramente colpito dall’impatto economico dell’emergenza coronavirus. La presente misura da 1,5 miliardi di € sosterrà l’occupazione e aiuterà le imprese attive nelle regioni del Sud Italia ad affrontare i problemi di liquidità che incontrano a causa dell’emergenza, mantenendo il livello dell’occupazione e assicurando la continuità delle attività economiche durante e dopo l’emergenza. Continueremo a collaborare strettamente con gli Stati membri per garantire che le misure nazionali di sostegno possano essere attuate in modo coordinato ed efficace, in linea con le norme dell’Ue”.

Il bando per la ricezione degli aiuti è disponibile fino al 31 dicembre 2020, e si concretizza in un regime di aiuti di Stato che consente, alle aziende beneficiarie, la riduzione del 30% dei contributi da versare rispetto alla forza lavoro impiegata, purché il Pil regionale sia inferiore del 90% rispetto alla media Ue, le imprese richiedenti non siano attive nei settori agricolo, finanziario e domestico e con un contributo massimo dispensabile di 800.000 euro.


Diamo spazio e visibilità a professionisti e imprese

Piattaforma di Comunicazione, Formazione e Networking focalizzata sull'informazione per aziende e professionisti, denominati Partner, dislocati in tutto il territorio.

Acquisire autorevolezza e popolarità, aumentare la visibilità della propria azienda, creare sinergie con imprese e professionisti, raggiungere un pubblico mirato con articoli e notifiche: questa è la proposta di MilanoBIZ!


Condividi questo articolo!