Al via i conguagli da 730/2019 in busta paga per i lavoratori dipendenti dal mese di luglio. Lo Studio Rossi, Business Partner di MilanoBiz, ci informa a riguardo.

 

Dal mese di luglio i datori di lavoro devono procedere al conguaglio delle risultanze fiscali scaturite a seguito della presentazione della dichiarazione Mod.730 dei propri lavoratori dipendenti.

Dalla dichiarazione dei redditi, potrà risultare un credito in favore del dipendente o un debito. In entrambi i casi, il datore di lavoro in qualità di sostituto d’imposta, opererà un rimborso o una trattenuta direttamente con l’elaborazione del Libro Unico del Lavoro, a partire dal mese di luglio.

Se il Mod.730 è stato presentato direttamente dal contribuente  o tramite un soggetto abilitato, il datore di lavoro dovrà prelevare il Mod.730/4 attraverso il servizio disponibile sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate .

Nel caso in cui il sostituto abbia prestato direttamente assistenza fiscale al proprio lavoratore, dovrà considerare il Mod.730/3 già in possesso dell’azienda.

La legge definisce nel dettaglio le modalità per il rimborso delle somme a credito e per la trattenuta degli importi a debito che, in presenza di determinate condizioni, possono essere effettuate anche a rate.

 

Condividi questo articolo!
WhatsApp Me!

CHATTA CON NOI SU WHATSAPP!

Scrivici per informazioni e assistenza!