Site icon MilanoBIZ

Aumento benzina, i rincari pesano molto sulle famiglie. Come risparmiare sulla benzina

Aumento benzina

Continuano le impennate sui prezzi della benzina, le quali destano molta preoccupazione alle famiglie. Le cifre e come risparmiare sulla benzina.

 

Non si ferma l’aumento costante della benzina, il quale desta sempre più preoccupazione a tutte le famiglie italiane, anche a seguito dell’allarme lanciato dal Ministero della Transizione Ecologica che certifica tariffe mai così alte dal lontano 2014, un vero record.

L’aumento registrato in questi giorni è del 20% rispetto allo stesso periodo del 2021 e oltre il 15% rispetto all’inizio di quest’anno: ben 1,760 euro al litro in modalità self-service.

Ma sale la tariffa anche del diesel, ormai ai massimi già da maggio 2019.

Il rincaro, quindi, pesa notevolmente sulle famiglie, a fronte di 338 euro in più per ognuna su base annua in merito alla benzina, e di 299 euro per il gasolio.

Valori diffusi dal Codacons che commenta negativamente le nuove rilevazioni sui listini diffusi dal Mise (Ministero dello Sviluppo Economico).

 

Risparmiare sulla benzina

Esistono dei modi per risparmiare sulla benzina, grazie al sempre più diffuso uso di app e siti web in cui sono gli stessi cittadini italiani a segnalare dove la benzina e il gasolio costano meno. Google Maps, ad esempio, segnala i prezzi in tempo reale di molti distributori.

 

I paesi con la benzina più cara e meno cara

Oltre all’Italia, tra i paesi che hanno fatto registrare un maggior aumento dei prezzi della benzina troviamo anche la Germania con un 10,6% in più, la Spagna con 9,3%, l’Austria con un 8,1% e la Svizzera con 6,3%.

Il paese nel quale è possibile fare rifornimento alla propria auto ad un prezzo più basso è risultato essere la Russia, con un costo della benzina di soli 0,54 centesimi di euro al litro.


Condividi l'articolo!