Come curare l’ansia con attività fisica ed una sana alimentazione

da | 14 Ott 2021 | Salute e Benessere

Come curare l’ansia con attività fisica e sana alimentazione. La Dott.ssa Valentina Calzi spiega le due pratiche fondamentali che ripercuotono positivamente sull’umore e sullo stato d’animo.

 

Come curare l’ansia: Capita a molte persone di fare i conti con questo disturbo.

L’ansia nasce da un’emozione naturale con una precisa funzione protettiva, ma se diventa un problema, bisogna analizzarla e curarla, senza evitare le situazioni che lo generano, ma affrontandole con l’aiuto di una terapia psicologica.

Paura e ansia sono emozioni spontanee e naturali che segnalano al soggetto la preoccupazione e l’attesa per qualcosa di indefinito, spiacevole e minaccioso.

L’ansia si trasforma in un disturbo emotivo spiacevole quando lo stato di allarme e la paura sono esagerati rispetto ai pericoli reali o a quelli immaginari.

 

Cosa provoca l’ansia?

Il disturbo rende la persona incapace di controllare le proprie emozioni e di affrontare anche le situazioni più semplici. Spesso a livello emotivo si manifesta come apprensione, insicurezza, preoccupazione eccessiva, difficoltà di concentrazione, confusione mentale, irritabilità.

A livello somatico con l’aumento del battito cardiaco, sudorazione, spasmi muscolari, tremori e vertigini. Nei casi più gravi con reazioni di fuga, immobilizzazione, sensazione di soffocamento, costrizione toracica, sbandamento e svenimento.

Generalmente gli individui che soffrono di tale disturbo mettono in atto diverse tipologie di comportamento, in modo da tenere sotto controllo le forti angosce. Un esempio è l’evitamento, attraverso il quale la persona evita di entrare in contatto con la fonte d’ansia, arrivando spesso anche a delegare i propri compiti agli altri, senza essere consapevole del fatto che ciò aumenta la paura verso l’elemento ansiogeno.

Questo comportamento tiene l’individuo lontano dalle proprie angosce, ma nello stesso tempo anche lontano dallo svolgimento normale della vita quotidiana e dalle relazioni sociali, limitandolo e impedendogli di affrontare e superare costruttivamente le proprie paure.

Yoga e sport, perché la pratica può essere d’aiuto anche agli sportivi

Nei casi più gravi di disturbo d’ansia si può perdere la consapevolezza della fonte della propria ansia attraverso il meccanismo della rimozione a livello inconscio.

L’attività fisica e l’alimentazione sono fondamentali nella sua gestione: una dieta ricca di alcuni elementi come vitamine e minerali ha infatti delle ripercussioni sull’umore e sullo stato d’animo.

 

Curare l’ansia: Attività fisica e meditazione

Praticare attività fisica e meditazione aiuta chi soffre del disturbo d’ansia. Anche una semplice camminata oppure un giro in bicicletta, se non anche un esercizio fisico costante, permettono al soggetto di distrarsi e sentirsi più tranquillo, favorendo la riduzione alle reazioni di ansia di fronte ad eventi stressanti.

Entrare in contatto con il proprio corpo aiuta a pensare meno con la testa, a sentirsi più radicati e in equilibrio. Il disturbo da attacchi di panico è una patologia tra le più frequenti dal punto di vista clinico, soprattutto tra coloro che soffrono già di un altro disturbo d’ansia.

Questo disturbo non si presenta di fronte ad una situazione temuta, ma inaspettatamente. Si manifesta con l’insorgere di stati d’ansia improvvisi, inspiegabili e privi di una causa apparente. Spesso l’esordio si verifica in concomitanza con eventi importanti della vita del soggetto.

La persona generalmente percepisce eccessiva apprensione, paura, terrore, dispnea, sensazione di soffocamento, timore di morire, perdere il controllo, tachicardia, capogiri, nausea, sudorazione. Gli attacchi di panico durano qualche minuto, ma provocano una forte reazione di angoscia ed una imminente richiesta di aiuto.

Rilevatore qualità dell’aria per aziende, uffici e scuole. AWSwitch propone MeshCube

 

Curare l’ansia: Sana alimentazione per combatterla

Il mantenimento del benessere psicologico e fisiologico passa anche attraverso una sana alimentazione. Ad esempio è molto importante un giusto apporto di vitamine per il buon funzionamento dell’individuo, la carenza di vitamine del gruppo B potrebbe provocare ansia e paura, oltre che a problemi di umore.

Le vitamine del gruppo B si trovano nei cereali, nei legumi, nella frutta (arance), negli oli vegetali, nella verdura a foglia verde (insalata, asparagi, piselli, spinaci, nel pesce, uova e carne magra.

Anche i Sali minerali (calcio, ferro, fosforo, iodio, magnesio, potassio, sodio) e altri oligoelementi (selenio, zinco e zolfo) sono molto importanti e nella mediazione di molteplici funzioni fisiologiche e mentali.

L’assunzione di sodio, magnesio e potassio permette di far funzionare meglio e mantenere in salute il sistema nervoso, muscolare ed osseo, così come a tenere lontano ansia, stress, depressione. I Sali minerali sono contenuti nei cereali integrali, legumi, frutta secca, frutta e verdure fresche.

Invece sostanze come: alcol, caffè, tè, zucchero bianco e carne rossa, sono connotate dalla presenza di principi psicoattivi che, se consumati in modo eccessivo, eccitano e sregolano la normale attività del sistema neuropsicologico.

L’intervento principale nella cura dei disturbi d’ansia è il trattamento psicologico-psicoterapeutico, oltre a tecniche di rilassamento, tra cui la tecnica dell’Analisi Bioenergetica, che permettono all’individuo di controllare la sintomatologia ansiosa e superarla.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito internet della Dott.ssa Valentina Calzi.

 

Psicologa a Milano Dott.ssa Valentina Calzi, Psicoterapeuta familiare specializzata in Analisi Bioenergetica

Dott.ssa Valentina Calzi
Via Nava 15, 20159 Milano
Telefono: 339.4012023
Email: valentinacalzi@libero.it
Web: www.valentinacalzi.it