Come aprire un eCommerce, ecco le dritte da seguire con e senza Partita Iva

da | 5 Gen 2022 | Imprese

Come aprire un eCommerce per la tua attività. Sempre più aziende si aprono al commercio online: ecco le dritte da seguire.

 

Aprire un’ecommerce per vendere prodotti online prevede oltre all’infrastruttura digitale anche degli adempimenti fiscali e anche delle spese da sostenere per l’acquisto dei beni, la spedizione, il servizio clienti e la gestione della piattaforma web.

 

Come aprire un eCommerce

Come nella vendita di beni fisici, anche per l’ecommerce si possono identificare due tipologie principali di business: la B2C ossia la vendita di beni a un privato e la B2B ossia la vendita di servizi e beni a un’altra azienda; particolare attenzione andrà fatta sulla scelta del corriere da usare, sulla spedizione dei beni e sulla tracciabilità del pacco, scegliendo il fornitore adatto per evitare disguidi e far si che customer experience sia sempre eccellente.

 

eCommerce senza Partita IVA

Un’ecommerce è un’attività che prevede il commercio di beni attraverso un sito web online. Negli ultimi anni questa forma di commercio si sta sempre più diffondendo in Italia e nel mondo. Sono diverse le aziende fisiche e i nuovi imprenditori che desiderano vendere i loro prodotti attraverso delle specifiche piattaforme per l’eCommerce.

Come abbiamo accennato, per aprire un negozio online bisogna avere dei requisiti fiscali ben precisi, però, esistono varie forme di e-commerce, alcune delle quali inizialmente non necessitano di autorizzazioni per l’avvio dell’attività.

Ad esempio la vendita online occasionale su siti come eBay che danno la possibilità di aprire un negozio virtuale, senza dover seguire specifici adempimenti burocratici.

La vendita di prodotti tramite affiliazioni. Le affiliazioni permettono al detentore di un sito web o di un profilo social, di fare da intermediario per la vendita di prodotti su determinati e-commerce (come Amazon) e di guadagnare una percentuale sulle vendite.

Dropshipping: questa nuova forma di commercio, permette di aprire un e-commerce e vendere i prodotti di altri negozi online o fisici, senza dover creare un magazzino e senza bisogno inizialmente di aprire una P.IVA.

Infatti, la vendita di prodotti su eBay, il guadagno tramite affiliazioni e il dropshipping, non prevede la commercializzazione diretta di un prodotto, in questi casi dunque è possibile aprire un ecommerce senza partita iva.

 

eCcommerce con Partita Iva

Nei casi sovraesposti il DPR 917 del 1986 conferma che chiunque lo desideri può avviare un’attività occasionale, a patto che questa non superi i 5000 mila euro annui.

Nel momento in cui si supera questa cifra, sarà necessario aprire la Partita IVA e iscriversi alla gestione separata Inps, o aprire una P.IVA per il commercio di beni e servizi.

Ulterioni informazioni sono disponibili a questo link.