Condivisione

Tutta la Lombardia passa in zona “arancione rafforzato” a partire da mezzanotte e fino a domenica 14 marzo. Da venerdì, dunque, chiudono tutte le scuole ad eccezione degli asili nido.

 

Questa è l’ordinanza emessa dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, la quale si può leggere anche attraverso il suo profilo Facebook:

I dati sono in costante aumento con una forte presenza della variante inglese che coinvolge in particolare le scuole.
È quindi necessaria una scelta decisa e rapida a protezione di ragazzi e famiglie.
Ricevuta questa mattina l’analisi aggiornata dei dati regionali con le indicazioni tecnico-scientifico per il contrasto della crescita epidemiologica, disponiamo su tutto il territorio della Lombardia il rafforzamento della zona arancione con le seguenti disposizioni:
Ordinanza N. 714 a decorrere dalle 00:00 del 5 marzo fino al 14 marzo:
È sospesa la didattica in presenza di tutte le scuole; a eccezione degli asili nido, delle attività di laboratorio e dell’attività di inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali. Fatto salvo per gli spostamenti motivati da comprovate e gravi situazioni di necessità
È vietato recarsi presso le seconde case.
È vietato recarsi verso le abitazioni private abitate non proprie.
Non è consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, fatta salva la possibilità di fruizione da parte di soggetti con disabilità.
È fatto obbligo di indossare mascherine chirurgiche o presidi analoghi di protezione delle vie respiratorie sui mezzi di trasporto pubblici circolanti nel territorio della Regione Lombardia.