Chef Max Mariola conquista il cuore di Milano con il suo ristorante

da | 26 Gen 2024 | Ristorazione

Mercoledì 24 gennaio ha aperto i battenti il ristorante di Chef Max Mariola in Brera, nel cuore pulsante di Milano, in via San Marco 26.

Tantissimi i fan accorsi da ogni dove per poterlo abbracciare, scambiare quattro chiacchiere e fargli firmare il suo libro di ricette The sound of Love, come si è visto dalla lunga fila formatasi all’esterno ancora prima dell’apertura. 

Tanta la pazienza degli accorsi ma immensa la voglia di poter partecipare alla coronazione del sogno dello Chef, quello di aprire un ristorante tutto suo nello stile che lo contraddistingue da sempre. Ad attirare così tanta gente la simpatia che trasmette nella vita di tutti i giorni, a casa, in palestra o in cucina e, chi ha avuto modo di conoscerlo dal vivo, ha anche constatato che è lo stesso di sempre, nonostante il successo. 

Il locale era gremito di gente  e Chef Max Mariola è uscito più volte all’esterno a salutare le persone che lo attendevano, portando di volta in volta degli assaggi di diverse specialità del territorio italiano scelte per l’occasione, oltre che per abbracciare tutti calorosamente. 

Una festa all’insegna del buon cibo come le eccellenze italiane salame CLAI, prosciutto crudo Zuarina, mortadella Favola e la Giovanna di Capitelli, e del bere bene con drink realizzati con la soda e l’acqua tonica FeverTree, il vino Varvaglione e i vini di Valdellovo. A condire la serata anche l’olio del Frantoio Franci e dell’Azienda Agricola dei Fratelli Licari. 

Dalla cucina, inoltre, sono usciti ottimi piatti espressi di uno dei suoi cavalli di battaglia della tradizione romana, l’amatriciana, realizzata con ben 70 kg di rigatoni da un inarrestabile staff, che era possibile spiare all’opera attraverso la vetrata adiacente.

A festeggiare insieme a lui influencer, giornalisti, blogger e amici che lo hanno raggiunto da tutta Italia per augurargli un in bocca a lupo per questo nuovo e ambizioso viaggio. 

Tantissimi anche i follower e gli amici da tutto il mondo che non sono riusciti a raggiungerlo a Milano per l’apertura ma che gli hanno mostrato il loro affetto privatamente, mandando un caloroso messaggio, che gli ha strappato qualche lacrima di commozione, fiori e doni portafortuna.  

Insomma una grande festa a cui tutti gli affezionati, da vicino o da lontano, hanno contribuito rendendo questa serata davvero speciale. 

Adesso però è arrivato il momento di fare sul serio e di mettersi a cucinare per la gente che lo ama, infatti, venerdì 26 gennaio il ristorante apre al pubblico ed è già sold out per i primi mesi. Non resta che andare a provare la sua cucina e a vedere da vicino come spadella al ritmo di Sound of Love.