Variante Corradino del Covid e pressioni sulle Regioni per la scuola

da | 8 Lug 2021 | Coronavirus

Variante Corradino, un unico caso in Italia

Al momento la variante Corradino conta soltanto un caso nel nostro Paese, quello di una donna precedentemente affetta da linfoma che, a causa delle difese immunitarie indebolite dal cancro, ha sviluppato la variante Corradino, chiamata così come l’ultimo, assai sfortunato, membro della dinastia sveva.

La terapia ha funzionato e la variante Corradino è così stata debellata.

La sigla con cui la variante è stata depositata presso la banca Genebank è MZ054387. Pare che questa variante mascheri il virus al sistema immunitario e lo renda meno aggressivo. La donna ha sofferto a causa dell’infezione per più di cinque mesi. La terapia che è riuscita a debellare la variante Corradino è stata un mix di anticorpi di pazienti ormai guariti dal Covid.

 

Occhio di riguardo per i pazienti immunodepressi

Al momento, dato che quello della sopra citata signora è l’unico caso in Italia, la variante Corradino non crea alcun allarmismo però c’è da tenere gli occhi aperti perché pare colpisca, appunto, le persone immunodepresse.

Questo può accadere perché queste persone già devono sottoporsi a pesanti terapie ed è possibile che non rispondano al virus. Il Covid, pertanto, può rimanere nei loro corpi anche a lungo, sviluppando nuove varianti. La bella notizia però è che, in tal caso, le terapie fanno facilmente il loro effetto.  

Variante Omicron in Italia, riscontrato il primo caso in un cittadino campano

 

Corsie preferenziali per gli insegnanti negli hub vaccinali

Il Commissario Figliuolo ritiene che, per una riapertura sicura e che funzioni, sia necessario pensare seriamente alla vaccinazione degli insegnanti e degli operatori scolastici, pertanto si è rivolto alle Regioni proponendo corsie preferenziali per maestri e professori negli hub vaccinali. Al momento il 40% degli insegnanti italiani è vaccinato.

Egli inoltre incoraggia le Regioni a cercare ancora più attivamente gli insegnanti e il personale scolastico non ancora vaccinati.  


Condividi l'articolo!

Potrebbero interessarti: