Condivisione

Pattuglie allertate in tutto il Paese per presidiare le strade contro i festeggiamenti e i fuochi di artificio. Secondo Coldiretti, quasi la metà degli italiani è pronta a denunciare comportamenti contrari alle norme anti Covid

 

Zona rossa.

Torna in tutta Italia a partire da oggi e, questa volta, gli italiani ci credono per davvero.

Come altro interpretare i risultati del sondaggio eseguito da Coldiretti, secondo il quale ben il 47% dei nostri connazionali è pronto a denunciare alle Autorità eventuali comportamenti scorretti da parte degli altri?

Divieto spostamenti tra Regioni, proroga approvata. Ecco fino a quando

Inoltre, quelli che si susseguiranno fino al prossimo 6 gennaio potrebbero non essere gli ultimi giorni di restrizioni alla libertà personale per il nostro Paese, visto che il premier Giuseppe Conte ha preannunciato che nuove limitazioni potrebbero giungere nelle prossime settimane, con l’obiettivo di scongiurare una terza ondata di contagi da Coronavirus: “Dobbiamo solo capire se le varianti, come quella inglese, che hanno un tasso di contagiosità più elevato, ci richiederanno o meno l’aggiornamento delle nostre misure. Altrimenti il sistema per fasce col monitoraggio è assolutamente adeguato anche per la terza ondata”.

Nel frattempo, per stasera, tutti a casa dalle ore 22 alle ore 7.

Con un’attenzione speciale alle strade da parte di Forze dell’Ordine e reparti dell’Esercito. Rispetto alle giornate della Vigilia e del Natale, infatti, l’allerta di chi è deputato a effettuare i controlli è più alta.

Se, nelle due occasioni precedenti, i possibili trasgressori alle norme del Dpcm erano le famiglie che si sarebbero potute recare a trovare altre famiglie, il che, francamente, rappresentava un’eventualità debole, per la notte di San Silvestro la paura del Governo è che, in strada, si riversino compagnie di amici e compagni occasionali di festeggiamenti.

Dpcm Draghi: Spostamenti e colorazioni delle Regioni, riapertura palestre e piscine, ristoranti fino alle 22. Ecco cosa può cambiare dal 6 marzo

Per non parlare, poi, del rischio che dalle piazze delle città i più avventati facciano esplodere i soliti fuochi di artificio. Ecco perché, all’uopo, speciali pattuglie sono pronte a presidiare i principali capoluoghi.

Con multe, pronte a scoccare, da 400 a 1.000 euro.

 

Notizie e Articoli in evidenza

Dpcm Draghi 6 marzo, misure valide fino a dopo Pasqua. Nessuna riapertura serale dei ristoranti per il CTS
Divieto spostamenti tra Regioni nel Dpcm Draghi. Visite ad amici e parenti, genitori separati e seconde case
Dpcm Draghi: Spostamenti e colorazioni delle Regioni, riapertura palestre e piscine, ristoranti fino alle 22. Ecco cosa può cambiare dal 6 marzo
Scadenze Partite IVA, la chiamata del Fisco in aprile e la speranza nel Decreto Ristori 5