Ambiente     Animali     Arredamento     Arte-Cultura     Economia     Edilizia-Immobili     Energia     Eventi     Fiere     Food     Lavoro     Libri     Marketing     Mobilità-Viaggi     Moda     Musica     Salute-Benessere     Tecnologia

Caffè in Rosa, la sordità non deve essere un tabù

da | 18 Set 2023 | Salute-Benessere

La comunicazione è un potentissimo strumento che si muove su due assi paralleli e complementari: comunicazione verbale e comunicazione non verbale, dove la prima racchiude la maggior parte delle interazioni fra esseri umani attraverso un complesso sistema di suoni articolati in parole, che devono essere scelte con cura per garantire la corretta ricezione del messaggio.

Ma cosa succede quando non siamo in grado di formulare quelle parole o non abbiamo la capacità di udire quello che chi ci circonda sta cercando di comunicarci?

La risposta alla domanda ci viene data dalle protagoniste dell’ultimo appuntamento della rassegna Caffè in Rosa di ANRA patrocinata dal Comune di Milano, organizzato in partnership con Chubb presso la sede di Milano giovedì 28 settembre dalle ore 17.30.

Protagoniste, le fondatrici della community online The Deaf Soul, all’anagrafe Ludovica Billi e Chiara Bucello, due content creator con una disabilità fantasma sin dalla nascita: la sordità.

«Comunicare è da sempre la base dell’interazione umana, il seme della società in cui viviamo, dei rapporti che intrecciamo e delle esperienze che affrontiamo quotidianamente – commenta Gabriella Fraire, vicepresidente ANRA e coautrice del progetto Caffè in Rosa -. Alla comunicazione è affidato infatti il delicato quanto essenziale ruolo di condivisione e di scambio proattivo fra due o più soggetti in ogni ambito della vita quotidiana. Per questo ultimo appuntamento della rassegna, nata con il preciso scopo di dare valore alla cultura della diversità e dell’inclusione, abbiamo pertanto deciso di affrontare questo tema con l’obiettivo di superare i potenziali limiti, favorendo l’intenzionalità comunicativa dei soggetti coinvolti a 360 gradi».

Il portale The Deaf Soul, che dalla sua nascita nel 2021 conta oltre 100mila utenti al mese e registra 15mila follower su Instagram, rappresenta un canale di comunicazione alternativa che rilegge la disabilità in chiave ironica promuovendo un linguaggio più inclusivo e corretto e diffondendo un’informazione precisa e puntuale volta ad abbattere gli stereotipi ancora esistenti legati alla sordità.

«Uno dei principali timori legati alla disabilità è il rischio di essere percepiti come diversi, di essere vittime di incomprensioni o, nel peggiore dei casi, di pregiudizi – dichiarano le ragazze di The Deaf Soul anticipando l’evento -. Ma la diversità può essere vista anche come un valore, un veicolo per trasmettere messaggi positivi utilizzando mezzi di comunicazione alternativi in grado di diffondere a un maggior numero di destinatari il potere dell’inclusività. La disabilità non deve essere vista come un nemico impossibile da sconfiggere ma come un punto di partenza per ricreare la propria storia e sviluppare lati di sé che non eravamo in grado nemmeno di immaginare».

A fine evento, a tutti i partecipanti sarà offerto un aperitivo nella sede Chubb di Via Fabio Filzi 29 a Milano per conoscere meglio le nostre protagoniste.

L’ingresso all’evento è gratuito fino a esaurimento posti.

Per iscrizioni, consultare il sito ANRA a questo link.