La recente approvazione della legge sul taglio delle tasse sul lavoro si tradurrà in un aumento della busta paga da 10 a 20 euro per i redditi fino a 35.000 euro

 

Dal prossimo mese di luglio la busta paga di una buona parte degli italiani sarà più ricca.

Lo prevede il decreto dedicato al taglio del cuneo fiscale, cioè delle tasse sul lavoro dipendente, approvato nei giorni scorsi dal Governo e volto a rimettere mano, tra le altre disposizioni, anche alla normativa del bonus Renzi.

Con fondi derivanti dal taglio pari a un massimo di 600 euro per ciascun lavoratore, nel periodo compreso tra luglio e dicembre l’incremento di retribuzione sarà di 100 euro per la platea di dipendenti con un reddito annuo lordo fino a 26.600 euro.

Pubblicità

Nello specifico, si tratta di 11,7 milioni di lavoratori: per costoro, l’aumento effettivo sarà di 20 euro mensili, poiché il bonus Renzi non si annulla bensì viene integrato dal taglio suddetto.

A salire, i redditi compresi tra 26.600 e 35.000 euro otterranno un incremento di 80 euro, perciò 10 euro effettivi, fino all’azzeramento di qualsivoglia integrazione una volta raggiunto il tetto di 40.000 euro di stipendio lordo annuo.

Condividi questo articolo!
WhatsApp Me!