Condivisione

La sinergia tra l’israeliana StoreDot e la cinese Eve Energy ha allo studio una tecnologia innovativa a base di ioni di litio per la ricarica super rapida dei veicoli. Le case automobilistiche sono interessate, ma urge risolvere il problema del surriscaldamento.

 

C’è un’importante novità sul fronte della mobilità ecologica.

Chi, tra i lettori, è esperto di autoveicoli elettrici, saprà, infatti, che uno dei principali limiti di questa tecnologia è dato dalla lunga attesa necessaria per il tempo di ricarica delle batterie.

Ebbene, da oggi questo ostacolo potrebbe essere stato eliminato.

La società israeliana StoreDot e la cinese Eve Energy, infatti, pare siano all’opera per realizzare, in collaborazione, una batteria per automobili ricaricabile in soli cinque minuti di tempo.

In particolar modo, la tecnologia in fase di sperimentazione è basata sugli ioni di litio, e ha già attirato l’interesse dei principali marchi automobilistici.

Uno su tutti, Daimler, proprietario della casa automobilistica Mercedes-Benz, che punta a ottenere risultati concreti entro l’anno 2025.

L’effetto della pandemia sul mercato immobiliare commerciale

Nonostante la possibilità teorica di una batteria con ricarica super veloce si avvicini molto, oggi, alla realtà, sussistono ancora alcuni grossi problemi.

Anzitutto, il surriscaldamento.

Aumentare la velocità di ricarica delle auto elettriche, infatti, significa far girare più velocemente gli ioni di litio interni alle batterie, il che, tuttavia, provoca un aumento del calore.

Servono, perciò, celle di contenimento delle batterie in grado di resistere a una temperatura di almeno 60 gradi centigradi, senza deterioramento dei materiali.

A seguire, si pone la questione delle dimensioni delle batterie.

Più grande è l’involucro, infatti, maggiore è la velocità di ricarica.

Tuttavia, dimensioni eccessive del contenitore possono avere ricadute, oltre che sull’estetica dell’automezzo, anche sul peso dello stesso, dunque sull’autonomia della ricarica.

D’altra parte, i vertici di StoreDot e di Eve Energy garantiscono che fra tre anni i primi esemplari di batteria super veloce entreranno in produzione.

Lavoro, mobilità, attrattività, inclusione: ecco gli asset su cui ripensare lo sviluppo di Milano dopo la pandemia
 

Notizie e Articoli in evidenza

Dpcm Draghi 6 marzo, misure valide fino a dopo Pasqua. Nessuna riapertura serale dei ristoranti per il CTS
Divieto spostamenti tra Regioni nel Dpcm Draghi. Visite ad amici e parenti, genitori separati e seconde case
Dpcm Draghi: Spostamenti e colorazioni delle Regioni, riapertura palestre e piscine, ristoranti fino alle 22. Ecco cosa può cambiare dal 6 marzo
Scadenze Partite IVA, la chiamata del Fisco in aprile e la speranza nel Decreto Ristori 5