fbpx
Pubblicità

Oggi la decisione definitiva sulla sospensione del vaccino AstraZeneca alla popolazione di età inferiore a 60 anni. Probabile seconda dose con Pfizer o Moderna. Chiudono diversi Open Day per timore delle conseguenze.

 

AstraZeneca sarà somministrata soltanto agli over 60, mentre per chi necessita ancora la seconda dose, ed ha meno di 60 anni, verrà utilizzato un vaccino diverso, Pfizer o Moderna.

Ora sembra questo il nuovo orientamento del Comitato Tecnico Scientifico in merito alle complicanze dovute al vaccino, ma la decisione verrà comunicata oggi pomeriggio.

Pubblicità

Presa la decisione, il ministro della Salute Roberto Speranza dovrà prendere una decisione a riguardo ed eventualmente emettere la nuova ordinanza, costringendo, probabilmente, la struttura del commissario straordinario per l’emergenza Covid, il Gen. Figliuolo, a riprogrammare il piano vaccinale per ogni Regione.

 

Vaccino AstraZeneca per i giovani

Gli scienziati, esaminando i numerosi studi sulle controindicazioni per i giovani, anche all’estero, hanno ritenuto opportuno di sospendere la somministrazione della profilassi di casa AstraZeneca ai giovani, indicando come alternativa quello di Pfizer o Moderna.

Come era prevenibile, dopo le gravi conseguenze ed i casi di trombosi ed ictus, anche se rari, sembra che la situazione stiano spaventando molto i giovani e relative famiglie.

Infatti, come si apprende da diversi quotidiani, gli Open Day cominciano a barcollare conducendo già diverse Regioni italiane a sospendere la somministrazione dei vaccini per gli under 60, tra cui: Campania, Lombardia, Sicilia, Puglia, Veneto, Umbria, Lazio e Valle d’Aosta.

Pubblicità