Occuperà cinquecento ettari tra il parco di Trenno e il Bosco in Città e sarà uno degli orti urbani più grandi di Europa. A breve un bando pubblico per le idee di sviluppo più originali

 

Cinquecento ettari di piante, boschi, orti e campi coltivati: a Milano.

È il progetto che il Comune ha in mano e per il quale ha già pronto un tavolo di discussione cui potranno partecipare tutti i soggetti interessati a intervenire nella creazione di uno dei più grandi distretti agricoli metropolitani d’Europa.

L’area sorgerà tra il parco di Trenno e il Bosco in Città, esattamente in corrispondenza dei terreni che l’ex-proprietario, l’immobiliarista Ligresti, intendeva destinare all’uso di eliporto pubblico e che sono finiti nella disponibilità di Palazzo Marino in seguito a tasse e oneri non pagati dalle società dell’imprenditore scomparso.

Pubblicità

Il piano di sviluppo del futuro orto è stato affidato a Enrico Fedrighini, assessore al Verde del Municipio 8 del Comune e noto ecologista, come già testimoniato da Milanobiz in occasione della proposta, lanciata da quest’ultimo, di aumentare il prezzo di Ecopass da 5 a 7 euro per potenziare il servizio di trasporto pubblico e migliorare la qualità dell’aria dei milanesi.

Tra le idee più suggestive maturate finora, il Comune ha accolto quelle riguardanti l’avvio di una produzione agricola completamente biologica e a chilometro zero e la riproduzione di un ambiente ricco di tutti gli elementi della biodiversità.

Presto, inoltre, al tavolo di discussione sarà aggiunto un bando ufficiale per il concorso delle proposte più valide per sostenere la rivoluzione verde della città.

Condividi questo articolo!
WhatsApp Me!