Lo scalo milanese riapre i battenti e inaugura una nuova tecnologia per il controllo rapido e sicuro dei bagagli. Dal 2021 via all’imbarco automatico dei passeggeri.

 

È una nuova vita all’insegna della comodità e della massima sicurezza delle persone quella del rinnovato aeroporto di Milano Linate.

Lo scalo, dopo essere rimasto chiuso per tre mesi per lavori di ristrutturazione, ha riaperto i battenti, ed è pronto ad accogliere il pubblico carico di importanti novità.

Credereste possibile potere imbarcare il vostro bagaglio a mano senza dovere prestare attenzione alla misura precisa dei flaconcini di crema o profumo, che, in caso di sforamento dei limiti, vanno di necessità abbandonati a terra?

Ebbene, a Linate si potrà.

Ha debuttato nella scorsa giornata di domenica, infatti, un nuovo sofisticatissimo sistema di controllo dei bagagli, denominato Hi-Scan 10080 Xct e costato 10,9 milioni di euro, che permette di effettuare una vera e propria Tac delle borse dei passeggeri.

La tecnologia, che soppianta i tradizionali raggi x-ray, processa il contenuto dei bagagli sia in alta risoluzione che in 3D, ed è in grado, in questo modo, di rilevare anche la minima presenza di esplosivo e delle altre sostanze non consentite in volo.

L’impianto di scorrimento correlato raggiunge la velocità di mezzo metro al secondo, che si traduce nella capacità di analizzare fino a 1.800 valigie all’ora.

Un’altra importante novità dello scalo aeroportuale meneghino, che però sarà pienamente operativa nel 2021, è Friction –less journey.

Si tratta dell’applicazione alle procedure di check-in della tecnologia di smart security.

Grazie all’installazione, all’interno del terminal, di speciali telecamere per il riconoscimento biometrico facciale, i passeggeri, dopo l’iscrizione iniziale presso appositi chioschi dedicati all’associazione dell’identità personale con i dati del documento elettronico di riconoscimento, potranno infatti accedere comodamente all’aeroporto ed eseguire da sé tutte le tappe di controllo, fino all’imbarco automatico.

Condividi questo articolo!
WhatsApp Me!